Mariola

Salumi tradizionali
Emilia Romagna
Bassa Parmense, zona collinare piacentina
Mariola

La mariola, salume tradizionale della Bassa Parmense e della zona collinare piacentina, prende il nome dal budello in cui viene insaccato (l'intestino cieco del maiale). E' composta da una miscela di carni magre del maiale, come lo stinco e la spalla, ed una piccola quantità di cotenna tenera tritata finemente. Esistono due versioni di mariola: una da mangiare cruda, dopo una lunga stagionatura, e l'altra da cuocere. La prima, di difficilissima realizzazione senza additivi chimici è molto rara e pertanto di scarsa reperibilità.
La seconda è simile ad un cotechino, al quale erroneamente può essere paragonata, e si consuma, dopo una lunga cottura, preferibilmente calda con un buon purè di patate oppure con la tipica mostarda di frutta.

Suggerimenti

La mariola è un Presidio Slow Food sostenuto dalla Regione Emilia Romagna ed è anche un salame tradizionale del Cremonese, dove è conosciuta col nome di ciota.

Link Fonti Documenti