Melangolo - arancio amaro

Frutta ritrovata
Puglia
Gargano
Melangolo - arancio amaro

Grazie al clima e al terreno presente nel Gargano gli agrumeti crescono rigogliosi e i loro frutti maturano tutto l'anno. Oltre alle arance (Durette e arance Bionde) ed ai limoni (Femminello del Gargano), cresce anche il melangolo, un’arancia di pezzatura medio-piccola dal colore rosso intenso e lucente, con buccia sottilissima, polpa croccante e succo modesto ma tendente al dolce-agrodolce.
Il melangolo viene anche chiamato arancio amaro (citrus aurantium) ed è stato uno dei primi agrumi ad arrivare nel bacino del Mediterraneo dopo essere approdato anche in Cina intorno al 2200 a.C..
I suoi frutti si trovano raramente sul mercato in quanto sono prevalentemente consumati nell'industria alimentare e farmaceutica. Il frutto intero può essere utilizzato per preparare le famose marmellate e la frutta candita, la buccia viene impiegata in liquoreria (curaçao, amari). L'industria farmaceutica utilizza soprattutto la buccia per la preparazione di vari digestivi e tonici.
Il melangolo è molto apprezzato anche come pianta ornamentale.

Suggerimenti

Gli agrumi del Gargano sono un Presidio Slow Food sostenuto dal Parco Nazionale del Gargano. Il Presidio ha promosso la nascita del Consorzio per la valorizzazione e la tutela degli agrumi del Gargano. Ora gli agrumi sono venduti in tutta Italia ed è iniziata la produzione di un'interessante gamma di trasformati.

Link Fonti Documenti

Ti potrebbero interessare