Pane casereccio di Lentini

Cucina tipica
Sicilia
Lentini, Carlentini
Pane casereccio di Lentini

Il pane casereccio di Lentini è una specialità tradizionale dei comuni siracusani di Lentini e di Carlentini, nota in tutta la Sicilia per la sua qualità e per questo considerato un regalo da fare agli amici che abitavano fuori dal territorio.
Una volta era preparato dalle donne: usavano un miscela di grano duro e una particolare varietà di grano tardivo (la timilla), per dare al pane una maggiore conservabilità, e lo cuocevano nei forni pubblici in pietra alimentati con fuoco di legna.
Oggi si usa solo farina di semola di grano duro: a seconda della stagione e della quantità di lievito usata, l'impasto riposa una o due ore. Ai pani viene data la particolare forma ad esse e vengono ricoperti in superficie con semi di sesamo. Dopodichè vengono cotti per circa 45 minuti in forni di pietra con fuoco diretto di legna.
Il pane di Lentini viene ancora prodotto artigianalmente e manualmente in vecchi forni ristrutturati: richiede tempi di preparazione abbastanza lunghi e le rese produttive sono basse, ciò lo rende un prodotto a rischio di estinzione.
Nonostante alcune materie prime previste nella sua composizione originaria (timilia) non vengono più utilizzate, questo pane ha continuato a mantenere alcuni caratteri di tipicità, che lo rendono un prodotto conosciuto e apprezzato anche al di fuori dell’ambito strettamente locale.

Suggerimenti

Grazie al lavoro preparatorio fatto dal Slow Food Lentini, durato diversi anni, il "Pane casereccio di Lentini" nel settembre 2008 è stato inserito nell’elenco dei Presidi Slow Food, il progetto gestito dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità, che mira a preservare e tutelare in tutto il mondo i prodotti dell’alimentazione tradizionale a rischio di estinzione.

Link Fonti Documenti

Ti potrebbero interessare

Ti potrebbero interessare

Le città del Pane, dell'Olio e del Vino per tutelare le tavole italiane.

Con lo scopo di tutelare le nostre tavole sono nate numerose associazioni per salvaguardare ciò che è il patrimonio enogastronomico del nostro paese. Di particolare rilevanza sono quelle dedicate al pane, all'olio e al vino.

L'Associazione Città del Pane promuove il riconoscimento e la valorizzazione dei pani e di tipologie specifiche di pane legate a determinati territori, lavorando in collaborazione con i panificatori e gli enti pubblici.
Essa coordina le manifestazioni promozionali, tecniche, culturali sul pane e l'ospitalità, stimolando la diffusione della cultura del pane e la valorizzazione delle risorse ambientali, paesaggistiche, artistiche, storiche e culturali dei territori che fanno parte dell'Associazione.
Associazione Città del Pane

L'Associazione Nazionale Città dell'Olio, nata nel 1994, riunisce Comunità Montane, Camere di Commercio, Provincie e Comuni a chiara vocazione olivicola, per promuovere l’olio extravergine di oliva ed i territori di produzione, riconoscendone il fondamentale ruolo della tradizione agricola, alimentare e culturale.
Essa divulga la cultura dell’olivo e dell’olio di oliva di qualità, tutela e promuove l’ambiente ed il paesaggio olivicolo, diffonde la storia dell’olivicoltura, garantisce il consumatore attraverso la valorizzazione delle denominazioni di origine, l’organizzare eventi, l’attuazione di strategie di comunicazione e di marketing.
Associazione Nazionale Città dell'Olio

L’Associazione Nazionale Città del Vino è una rete, nata nel 1987, di Comuni, Province, Parchi e Comunità Montane a vocazione vitivinicola, depositari di almeno una Doc o Docg, impegnati nella promozione dei prodotti agroalimentari di qualità e custodi di una documentata tradizione enologica.
Negli anni sono molti i Comuni, i paesi e le città, che hanno aderito all’Associazione: soprattutto i più piccoli, quelli che danno nome ad un vino, che producono nel proprio territorio vini a denominazione di origine e che sono legati al vino per storia, tradizione, cultura e per i quali ruralità ed enogastronomia insieme, sempre più hanno costituito la vera occasione per una nuova sostenibilità dei territori.
Associazione Nazionale Città del Vino

Data pubblicazione
Immagine principale
Le città del Pane, dell'Olio e del Vino per tutelare le tavole italiane.
Argomento